di Angelo Greco

La cappella aperta e il suo interno
La cappella aperta e il suo interno

POZZUOLI – Ancora pericoli al cimitero di Pozzuoli. Come capitato già alcuni mesi fa, una cappella storica del cimitero cittadino ha le porte d’ingresso sfondate così come la botola che porta all’ossario. Sebbene questa volta, per come è posizionato l’ingresso all’ossario, non ci si sia alcun macabro spettacolo a cui assistere, il pericolo resta comunque alto. Specialmente qualche bambino incuriosito dalla porta aperta potrebbe cadere nella fossa. È indispensabile dunque che si ponga immediatamente rimedio prima che il decadimento strutturale posso trasformarsi in qualcosa di più grave.

I PRECEDENTI – Il cimitero di Pozzuoli non è certo nuovo a problematiche del genere. Pochi mesi fa ci fu una cappella poco distante da quella in questione, anch’essa aperta da cui si potevano vedere i resti stipati all’interno. Tutti ricordano invece la tumulazione pressoché scoperta posta lungo le mura perimetrali. Ancora altre tombe fatiscenti e in alcune zone del camposanto messe invece in sicurezza da strutture in ferro per evitare eventuali crolli di lastre di marmo.