arresto_cc_quarto
Il 71enne è stato preso dai carabinieri

NAPOLI – Era ricercato dal maggio del 2007 a seguito di una condanna per associazione a delinquere finalizzata ai furti, rapine, sequestro di persona, ricettazione, detenzione e porto abusivo di armi. Si tratta di Aldo Fuiano, 71enne napoletano, a mettere fine alla sua latitanza i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli.

 

LA LATITANZA – Una prima fase della vita piuttosto movimentata per Fuiano, già noto alle forze di polizia. per reati di armi, nonché delitti contro la persona e il patrimonio. Dal 2007 poi la scelta di vivere in silenzio, da braccato. A fargli da nascondiglio proprio la vita caotica di una grande città come Napoli. Otto anni evitando controlli alla circolazione stradale, lontano dai telefoni, restio verso nuove amicizie, soprattutto alla larga dai vecchi conoscenti e dai luoghi frequentati in passato. Si era costruito una vita schiva, in un’abitazione anonima della zona Est di Napoli.

 

L’ARRESTO – I militari della Sezione Catturandi non hanno mai mollato la presa, mantenendo alta la soglia di attenzione anche verso il più silenzioso dei ricercati. In questo caso l’osservazione dei movimenti di amici e parenti ha portato i suoi frutti, perché Fuiano è stato preso sotto casa del figlio. Appena bloccato l’anziano latitante (senza documenti con sé) non ha dato da subito le sue reali generalità. Ma quando ha capito che sarebbe stato trasferito in caserma e fotosegnalato, ha detto testualmente: «mi avete preso, sono Aldo Fuiano, ricercato da 8 anni».