VARCATURO – Nubi di fumo nero e aria irrespirabile. Un mix micidiale che spaventa e che attanaglia da tempo la provincia di Napoli. I residenti di Varcaturo non si arrendono e sono pronti a scendere ancora una volta in campo. Domenica 6 ottobre alle 11 si terrà una nuova marcia contro i roghi tossici. L’appuntamento è in piazza San Luca. «Si tratta di una manifestazione itinerante che ha un unico obiettivo: la vita. Questo progetto non conosce bandiere, non conosce colori. E’ l’urlo di noi cittadini stanchi di stare fermi ad aspettare che qualcuno faccia qualcosa per noi – affermano i promotori del corteo – . Adesso ci devono ascoltare e non ci fermeremo finché chi deve non smetta di ignorarci». Il corteo ha sfilato anche tra le strade di Acerra all’indomani della chiusura per manutenzione dell’unico termovalorizzatore presente in Campania. Lo stop dell’impianto durerà circa un mese. Il Comitato “Basta roghi” si oppone con forza all’idea di nuovi inceneritori e porta avanti la sua battaglia in difesa della salute e del territorio. In migliaia hanno marciato, infatti, tra le strade della città di Pulcinella; tanti coloro che tra le mani avevano foto di parenti ed amici strappati alla vita troppo presto, a causa di malattie causate dall’inquinamento.