POZZUOLI – «Mio marito sta al 41, non ci vede, non cammina bene, cammina con le stampelle. Ho tre figli in carcere più marito. Cosa vi devo dire?» E’ l’amaro sfogo di Giuseppina Ambra, moglie di Gaetano Beneduce, ritenuto a capo dell’omonimo clan. La donna, che si trovata all’esterno della caserma della Compagnia carabinieri di Pozzuoli, ha parlato di una “persecuzione” nei confronti del coniuge e della sua famiglia. All’alba, tra i 42 arrestati, è finito anche il suo terzo figlio.