NAPOLI – La Regione Campania sta valutando la possibilità di poter effettuare la misurazione della temperatura degli studenti all’ingresso della scuola. E’ quanto si apprende da una nota del Presidente, Vincenzo De Luca: «stiamo verificando con l’Unità di Crisi e con i responsabili della Pubblica Istruzione, di prevedere in vista della riapertura delle scuole, il controllo della temperatura corporea all’interno degli stessi istituti, ritenendo irrealistica la previsione nazionale del monitoraggio effettuato a casa. E’ in corso quindi un monitoraggio delle tipologie di classi e degli stessi istituti, sapendo che un alunno con febbre potrebbe avere un effetto a catena difficilmente gestibile».

AUMENTO TAMPONI – Dalla nota si apprende anche di una conversazione con il commissario all’emergenza, Domenico Arcuri, finalizzata all’aumento della capacità regionale di eseguire i test: «ho avuto un colloquio con il commissario Arcuri relativo all’obiettivo di poter arrivare a breve, con le dotazioni necessarie, fino a diecimila tamponi al giorno».