QUARTO – Nessun nuovo contagio da coronavirus in città. A darne ufficialità è stato il sindaco Antonio Sabino, che nella giornata di sabato ha voluto smentire anche alcune notizie apparse inizialmente su un quotidiano e poi riprese da più testate on-line.

LA COMUNICAZIONE – «Ho appena sentito il Dipartimento Epidemiologico dell’Asl Napoli 2 – ha spiegato il primo cittadino – Nella giornata di oggi sono stati analizzati 2 tamponi. Sono risultati entrambi negativi. La situazione resta, pertanto, invariata rispetto all’ultimo aggiornamento di ieri. I casi positivi a Quarto restano 5 (oltre il cittadino residente a Pozzuoli) Come sempre, vi terrò aggiornati su eventuali novità».

LA SMENTITA – Come detto, Sabino è intervenuto sulla pubblicazione di un articolo che ha destato molta preoccupazione nelle cittadinanza quartese, inerente la morte di un uomo e dei presunti ritardi legati ai tamponi, anche per quanto riguardava la famiglia dello scomparso: «Non vi è alcuna conferma ufficiale da parte del Dipartimento di Prevenzione e della medicina legale dell’Asl Napoli 2 Nord, con il quale siamo in costante e continuo contatto, circa la positività al tampone Covid-19 della persona defunta e dei suoi familiari sottoposti alla quarantena domiciliare obbligatoria. L’amministrazione comunale, come del resto sta facendo con tutte le altre famiglie di pazienti positivi al Covid-19, sta fornendo assistenza alla famiglia del defunto attraverso i servizi sociali, i dipendenti comunali e i volontari di protezione civile. Così come va specificato per amore di verità che questa Amministrazione comunale ha seguito insieme alla Tenenza dei carabinieri, al Dipartimento di Prevenzione e medicina legale dell’Asl e ai servizi comunali cimiteriali l’attività della ditta di onoranze funebri che ha curato la traslazione della salma nel rispetto delle norme di igiene e sicurezza previste dalla legge in caso di presunto decesso per Covid-19. In un momento come questo è bene informare con massima trasparenza l’opinione pubblica».