POZZUOLI – Da lunedì 27 aprile e fino al 3 maggio 2020, possono riaprire le attività di ristorazione e quelle di commercio al dettaglio di articoli di carta, cartone, cartoleria
e libri. L’ok è arrivato da un’ordinanza firmata dal governatore della Campania Vincenzo De Luca. Tutte le attività dovranno funzionare attraverso prenotazioni e consegne a domicilio.

COMMERCIANTI “FREDDI” – Un’apertura che non convince i commercianti, soprattutto coloro che non hanno mai fatto servizio a domicilio e per quelle attività, come bar e ristoranti, il cui prodotto è difficile da “spedire” al domicilio del cliente. “Così è dura ripartire, soprattutto per chi non ha mai fatto consegne a domicilio e ha sempre lavorato con i tavoli e con il ritiro da parte dei clienti – spiega il titolare di un locale di Pozzuoli- con gli stipendi, i fitti, le tasse da pagare, gli acquisti e la pubblicizzazione per il nuovo servizio sarà un bagno di sangue. In molti non riapriremo».

COME FUNZIONA – Nella fattispecie sono consentite le attività e i servizi di ristorazione – fra cui pub, bar, gastronomie, ristoranti, pizzerie, gelaterie e pasticcerie- esclusivamente, quanto ai bar e alla pasticcerie, dalle ore 7,00 alle ore 14,00, gli altri esclusivamente dalle ore 16,00 alle ore 22,00. Per tutti vale la sola modalità di prenotazione telefonica ovvero on line e consegna a domicilio e nel rispetto delle norme igienico-sanitarie nelle diverse fasi di produzione, confezionamento, trasporto e consegna dei cibi e salvo l’obbligo di attenersi a tutte le prescrizioni in materia di contrasto al Covid 19. Oltre alla ristorazione sono consentite le attività di commercio al dettaglio di articoli di carta, cartone, cartoleria
e libri, esclusivamente dalle ore 8,00 alle ore 14,00, con raccomandazione di adottare
misure organizzative atte a promuovere la modalità di vendita con prenotazione telefonica
ovvero on line e consegna a domicilio.