POZZUOLI – «Credo che oggi sia stato fatto un passo importante per salvare i 60 lavoratori della sede Comdata Pozzuoli e le loro famiglie dagli annunciati licenziamenti». A dichiararlo il consigliere regionale Pd Gianluca Daniele che prosegue: «Si è da poco concluso, infatti, l’incontro al Ministero del Lavoro dove si è sottoscritto un importante accordo che prevede otto mesi tra ferie e Fis, il Fondo di integrazione salariale e, soprattutto, l’azienda si è fatta carico di salvaguardare al termine degli otto mesi il perimetro occupazionale. In questo periodo l’azienda lavorerà affinché nuove commesse possano portare nuovo sviluppo all’attività su Pozzuoli e, laddove non si riuscisse in questo intento, che prevede anche la ricerca di una nuova sede, i lavoratori che non decideranno spontaneamente di trasferirsi in un’altra sede Comdata o che non accetteranno il contributo all’esodo non saranno licenziati. Ritengo quello di oggi un grande risultato per la Campania e per il lavoro, raggiunto grazie alla lotta dei lavoratori, alle organizzazioni sindacali, alla buona politica e all’azienda. Non è stato facile raggiungere questo obiettivo, infatti, il percorso che ci ha portati qui è stato segnato da tante giornate di lotta, di protesta, di manifestazioni e incontri, ma alla fine, con determinazione, non un licenziamento è stato fatto e questo è ciò che conta».