L’ATTIVITA’ – I carabinieri del Comando Provinciale di Napoli per garantire la propria presenza a fianco degli insegnanti e degli studenti stanno organizzando incontri in video collegamento nell’ambito della promozione della legalità. Si rivolgono ai giovani – chiamati a cogliere nuove opportunità da sfide difficili – cercando di porsi come gli “influencer” della loro fiducia nelle Istituzioni. Il contrasto al fenomeno della dispersione scolastica è da sempre al centro delle attività dei carabinieri. Il monitoraggio della frequenza scolastica è sempre stato costante e riguarda anche il periodo trascorso in DAD a causa del fenomeno epidemiologico. Il Comando Provinciale di Napoli – in tutta la provincia – ha denunciato complessivamente 39 genitori i cui figli, tutti minori, sono stati assenti ingiustificati alle lezioni scolastiche fin qui avvenute.

LE DENUNCE – I dati sono così suddivisi: nell’area sud della Provincia – tra la città di Torre Annunziata e i comuni limitrofi – 6 i genitori denunciati dai militari che hanno anche segnalato ai servizi sociali la posizione di altri 22 alunni sui quali bisognerà effettuare ulteriori verifiche. A nord di Napoli, in particolare a Giugliano in Campania, i carabinieri hanno denunciato a piede libero 33 genitori in relazione a 19 figli minorenni.