POZZUOLI – Nervi tesi in casa Puteolana 1902 dopo le dimissioni del Direttore Sportivo Cavaliere e la contestazione dei tifosi al campo di allenamento. Al centro di accese discussioni negli uffici di Frattamaggiore c’è la posizione dell’allenatore Teore Sossio Grimaldi il cui indice di gradimento è quasi pari a zero. Contro al tecnico si sono schierati i tifosi, lo stesso ex DS e -da quanto trapela – perfino parte della squadra. Una situazione incandescente causata dagli scarsi risultati ottenuti dalla nuova società a cui si aggiungono rapporti tra le varie componenti che non sarebbero idilliaci. Dal canto suo mister Grimaldi ha l’apporto del presidente Adamo Guarino che ha “sacrificato” Cavaliere pur di difendere la posizione del tecnico con il quale i rapporti vanno oltre il calcio e la Puteolana.

LA CRISI – L’imprenditore nonché ex consigliere comunale di Fratta, nonostante la sorta di ultimatum con il quale ha chiesto 4 punti per le prossime due partite, sarebbe disposto a proseguire con Grimaldi fino al termine della stagione, anche forte delle voci che vorrebbero un eventuale blocco delle retrocessioni in Eccellenza. Ipotesi che blinderebbe la Puteolana in serie D, a prescindere dalla classifica finale. Ragionamento che, se da una parte consentirebbe di risparmiare ulteriori soldi e risorse, dall’altro potrebbe portare a una lenta agonia sportiva poco edificante per la piazza e per una tifoseria già scottata dalle recenti gestioni scellerate e che vuole tornare a vincere.