Al Chiovato arriva la capolista
Al Chiovato arriva la capolista

BACOLI – Divisi tra l’entusiasmo della cinquina inflitta al Gladiator a domicilio e la sensazione di smarrimento dovuto all’ennesimo ricorso presentato proprio dai casertani ai danni dei bacolesi. Con questo stato d’animo che la Sibilla prepara la sfida interna di domenica mattina al Chiovato contro la capolista Sessana di Dino Fava. Una gara dove gli azzurri di D’Aniello vogliono trovare continuità di risultati e di prestazione al di fuori di ciò che dirà il giudice sportivo in merito alla gara di Santa Maria Capua Vetere.

 

L’AVVERSARIO – La Sessana capolista è senza dubbio la sorpresa di questo torneo anche se può contare su uomini di assoluto valore come Dino Fava (ex centravanti dell’Udinese in A), Camorani (ex Salernitana) e Palumbo. Un rullo compressore fino ad oggi la squadra di Sessa Aurunca, un percorso quasi perfetto quello dei casertani che nelle 10 gare disputate hanno lasciato per strada solo due punti nella complicata trasferta di Procida.

 

CASO GLADIATOR – Il “talentuoso” segretario del Gladiator Savoia pare abbia messo a segno un altro colpi dei suoi. I sammaritani sotto dettatura del proprio dirigente hanno fatto ricorso ai danni dei bacolesi per aver schierato, a detta loro, un calciatore squalificato. La posizione incriminata è quella di Antonio Greco che secondo i sammaritani non ha mai scontato la  giornata di squalifica, maturata nell’ultimo turno della passata stagione quando militava nel Monte di Procida. Ad onor del vero Greco non ha disputato la prima gara di campionato, ma secondo i ricorrenti il calciatore è stato tesserato dopo la  prima giornata: se così fosse allora la Sibilla si ritroverebbe a suo sfavore uno 0 – 3 a tavolino, se invece il tesseramento di Antonio Greco è stato effettuato prima della mezzanotte precedente la prima giornata, allora la squalifica risulterebbe scontata e quindi il ricorso sammaritano verrebbe respinto.