rione terra bPOZZUOLI – Quello che si sta per concludere è forse uno degli anni calcistici più importanti per la storia del Rione Terra. Il 2015 infatti ha visto i puteolani conquistarsi sul campo la terza partecipazione consecutiva al campionato di Promozione. La squadra del presidente Sergio Di Bonito ora vuole fare salto di qualità: assestarsi come una realtà importante del calcio regionale.

QUESTO CAMPIONATO – L’obiettivo di quest’anno per gli azzurri, che sono tonati alle origini inserendo il granata nei loro colori sociali, è di arrivare più in alto possibile in classifica, conquistando il prima possibile la salvezza e strizzando l’occhio ai quartieri nobili della classifica. Fino ad oggi i puteolani hanno avuto un andamento un po’ troppo altalenante, alternando prestazione eccelse come il pareggio in casa dell’Alfaterna, e le vittorie contro Pimonte e Rocchese a prestazioni più deludenti come alcuni inopinati stop interni. La squadra ora allenata da Platano resta comunque la “flegrea di promozione” che classifica a parte (oggi è sopravanzata dal Quartograd) sta affrontando in maniera  migliore questo campionato.

IL REGALO DI NATALE – Con qualche giorno di ritardo è arrivato il regalo di Natale per il Rione Terra, infatti gli azzurri hanno messo a segno il colpo a sorpresa che nessuno si aspettava. La compagine puteolana ha tesserato il centrocampista puteolano Pasquale Riccio, classe ’88 con un passato il D ed Ecellenza. Riccio, appena svincolatosi dal Mondragone, va ad aggiungere qualità ed esperienza alla mediana della squadra di Platano.