POZZUOLI – Solo infamia, senza lode alla prestazione granata odierna. Allo stadio Domenico Conte” di Pozzuoli in campo la venticinquesima giornata del campionato di Serie D girone H. A sfidarsi la Puteolana 1902 e il Molfetta Calcio. Un match che si annunciava certo complicato, ma senza dubbio alla portata dei flegrei che, perdendo oggi, hanno fallito un’ottima occasione per dare finalmente una sterzata decisa ad una stagione altalenante, fino ad ora mortificante per i colori puteolani da troppo tempo in attesa di palcoscenici di altra caratura. Molfetta, reduce da appena 1 punto conquistato nelle ultime 4 partite. Gli uomini di Ciaramella in cerca di continuità, una prestazione che desse seguito alla vittoria nel turno infrasettimanale ottenuta contro il Gravina.

GLI ERRORI – La Puteolana ha praticamente sbagliato tutto quello che c’era da sbagliare: imprecisa nei passaggi, lunga e disattenta in fase difensiva dove i pugliesi sono riusciti a far male con troppa facilità. Nulla togliere ai meriti degli uomini di Traversa. la differenza l’hanno fatta per i pugliesi: una difesa compatta attenta e molto robusta, mai messa in difficoltà dalle punte granata. Puteolana obbligata a giocare sugli esterni per dare profondità e spazio alla manovra offensiva; Celiento non è mai riuscito a iscriversi alla partita, tenuto a bada dalla retroguardia ospite. Dall’altra parte in fase offensiva i molfettesi hanno inciso molto grazie alla velocità di Varriale, la fantasia di Strambelli e lo strapotere fisico della punta centrale Lacarra, quest’oggi in giornata di grazia e praticamente impossibile da marcare.

IL MATCH – Può già far male all’avvio il Molfetta con due legni centrati in cinque minuti. Varriale, prima, su lancio di Lacarra, poi Lavopa. Prova a reagire la Puteolana prima con Festa poi con Celiento: in ambo le occasioni attento il portiere Rollo che controlla agevolmente. La Puteolana si addormenta e ne approfitta Lacarra al 27′ con un sinistro potente a volo su assist al bacio di Strambelli. Molfetta in vantaggio e partita in discesa per i biancorossi. Per i granata ci prova Celiento su punizione: ma la sua conclusione è di poco alta. La prima frazione di gioco si chiude con un altro spavento per i flegrei: rasoterra dalla destra di Varriale e per poco manca il pallone Lacarra in scivolata sul palo più lontano.

LA RIPRESA – Vane le attese per una reazione rabbiosa dei Puteolani che scendono in campo rispettando il motivo lento e compassato dei primi 45 minuti. Granata lenti e compassati provano a portarsi avanti, ma lo fanno con poche idee. Il risultato sono azioni sterili e infruttuose sulle quali hanno vita facile Di Bari e colleghi di reparto. Molfetta al 50′ raddoppia: si invertono i ruoli: Lacarra crossa al centro, Strambelli praticamente solo infila un destro preciso sul quale Romano non può nulla. La Puteolana accusa il colpo e prova a scuotersi ma è ancora il Molfetta a chiudere la partita al 68′: Di Bari insacca di testa sugli sviluppi di un corner battuto da Strambelli. Si conclude così una partita che decreta ancora una sconfitta per i flegrei. Prestazione imbarazzante per gli uomini di Ciaramella. Da salvare c’è solo la delusione dipinta sul volto di tutti i giocatori all’uscita sintomo della consapevolezza di essere tutt’altra squadra rispetto a quella vista quest’oggi.

LE FOTO