Biagio Caccavale ai tempi della Puteolana 1909
Biagio Caccavale ai tempi della Puteolana 1909

BACOLI – La Bacoli Sibilla 1925, dopo la bella vittoria di Domenica, in un “Tony Chiovato” gremito di spettatori,e il passaggio al prossimo turno della Coppa Italia, si appresta ad affrontare il match di domenica prossima contro l’Albanova a San Cipriano d’Aversa. Uno dei protagonisti di questa nuova interessante realtà calcistica è di sicuro Biagio Caccavale un vero e proprio “gladiatore” del centro campo che con le sue perfette geometrie di gioco, “disegna” e imposta le azioni dei bacolesi.

BIAGIO CACCAVALE – Lo stesso calciatore, colmo di gioia ed entusiasmo, afferma «Passare il turno di Coppa Italia ci ha dato una grande carica: tra tutte e tre le Squadre in gioco eravamo sicuramente Noi quella che meritava di più questo risultato. Siamo una Squadra costruita per vincere tutto, e poi vincere aiuta a vincere, e vedremo dove possiamo arrivare. Sicuramente la Coppa Italia è un obbiettivo da raggiungere.
Questo è un campionato non facile, anche se molti di Noi sono tecnicamente superiori, troviamo squadre che al 90% si chiudono dietro e trovare la via del goal, con il passare dei minuti, come abbiamo visto domenica, non è facile. Sicuramente andremo a San Cipriano d’Aversa con l’intenzione di vincere, però ecco ripeto, andare su certi campi, che possono presentare delle condizioni sfavorevoli proprio dal punto di vista del terreno di gioco, non ci agevola affatto, però siamo una Squadra molto tecnica e concreta e cercheremo senza alcun dubbio di portare a casa i 3 punti. La Bacoli Sibilla 1925 è davvero una grande Società, con un’organizzazione alle spalle che non si ritrova nemmeno in squadre Interregionali e di eccellenza, l’obiettivo è portare al più presto questa Sibilla via dalla Prima Categoria e farla crescere in questo grande progetto, che come ha detto il nostro presidente, Isaia Della Ragione, punta ad arrivare nei prossimi tre anni alla serie D. Il mio obbiettivo personale è di vincere questo campionato e poi si vedrà».