MUGNANO – Battuta d’arresto della Puteolana che sbatte letteralmente contro il muro del Napoli United. Sarebbe davvero forzato parlare di calcio in un match in cui di calcio si è visto davvero poco. Gioco  fisico e spezzettato, intervallato da interventi duri e contrasti a centrocampo. Allo stadio “Alberto Vallefuoco” di Mugnano andava in scena la decima giornata di Campionato di Eccellenza Campana girone B. Sfida al vertice in un clima argentino che, però, non ha per nulla assecondato le aspettative di un gioco tecnico e fantasioso che la patria sudamericana potrebbe evocare. Gli uomini guidati dal tecnico Diego Armando Maradona junior hanno badato maggiormente ad arginare le manovre granata più che a imbastire azioni pericolose ai danni dei pali difesi da Maiellaro. Il portiere puteolano non è praticamente mai intervenuto nella partita, se non in un paio di circostanze di ordinaria amministrazione.

IL PAREGGIO – Granata messi in difficoltà dal pressing alto di matrice gialloblu: Guarracino e Grezio nei primi 45 minuti, Evacuo nel secondo tempo, hanno sofferto la fisicità della coppia difensiva Santoro-Akrapovic (protagonisti di un’ottima prova) senza riuscire a dare profondità né a far salire la squadra. Una partita che ha avuto davvero poco da raccontare, con il Napoli United che si è mostrata squadra ordinata e rocciosa che ha giocato praticamente per strappare un pareggio all’avversario, trovando nell’intensità e nella fisicità la chiave giusta per riuscire a limitare gli uomini di Mister Marra (oggi costretto a seguire la partita lontano dal campo per impegni personali). Puteolana che ci ha creduto poco non riuscendo mai ad essere pericolosa se non in una girata di Grezio nel secondo tempo, respinta abilmente da Giordano. Finisce 0-0 Granata che lasciano due punti e l’amaro di una partita in cui la Puteolana, quella che siamo abituati a seguire, non si è vista. Diavoli rossi che restano dunque al comando ma a sole due lunghezze dalla Frattese inseguitrice, vittoriosa oggi per 3-2 sul campo del barano con la rete tra l’altro del puteolano La Pietra.