Il Cuma Cakcio, una delle due finaliste
Il Cuma Calcio, una delle due finaliste

POZZUOLI – Domenica pomeriggio, alle 17.30, il prato sintetico del campo Sant’Artema di Monterusciello ospiterà la finalissima del Campionato Amatori. L’ormai storica competizione, organizzata dalla Lega Calcio del Comitato Uisp Zona Flegrea, è giunta alla 28esima edizione e fra poco annovererà nuovi campioni nel proprio albo d’oro. A contendersi il titolo, oggi detenuto dalla Vetreria Flegrea, saranno Interputeolana M.P. e Cuma Calcio. Le due squadre un po’ a sorpresa rispetto ai pronostici sono giunte all’ultimo atto. Team più quotati hanno chiuso in anticipo la loro stagione nel corso di fasi eliminatorie in cui sono mancante emozioni e spettacolo. A fare la differenza la compattezza e la solidità di gruppo, ma anche l’attenzione e la sagacia tattica con cui i due mister, Del Giudice e Comitato, hanno schierato le loro formazioni.

GRANDE EVENTO – L’evento sportivo sarà contornato da una ricca cerimonia; al termine dell’incontro saranno premiate le due squadre, ma sono previsti anche altri riconoscimenti, fra cui quello al capocannoniere del torneo e alla selezione dei migliori 11 giocatori dell’anno. L’intento è quello di creare un grande momento di festa per il movimento Uisp e non solo. L’invito , infatti, è a tutti gli amici, gli appassionati e ai cittadini dell’intera area flegrea. Le attività della Lega Calcio, infatti, stanno progressivamente ampliando i loro orizzonti con calciatori, squadre e impianti di gioco che coprono tutto il comprensorio flegreo: Pozzuoli, Napoli, Quarto, Bacoli e Monte di Procida.  Uno sforzo organizzativo non indifferente con 27 compagini ai nastri di partenza che si sono affrontate in quasi  500 partite da settembre a luglio.

LA UISP – «La finalissima rappresenta anche la chiusura della stagione 2013/14 – ha dichiarato il presidente della Uisp Zona Flegrea Antonio Marciano – Un’ annata che ha visto la Uisp Zona Flegrea crescere ancora in termini numerici, ma ciò che mi inorgoglisce particolarmente è la crescita qualitativa della nostra proposta sportiva, riferimento per tutto lo sport flegreo e non solo. I miei complimenti vanno a tutta la Lega Calcio che ha saputo creare, a differenza del calcio professionistico, momenti di socialità ed aggregazione nonostante le poche risorse.Le ultime settimane saranno ricordate tra i momenti più bassi del calcio italiano. Abbiamo già espresso le nostre sentite condoglianze alla famiglia di Ciro Esposito ed è stato indetto un minuto di silenzio. Non basta, il calcio italiano è al capolinea.  La Uisp non ci sta e chiede una rifondazione del sistema con il coinvolgimento delle componenti di base e dello sport di cittadinanza. Il titolo che mettiamo in palio non vale milioni, perché il calcio, il nostro calcio lo si fa per passione, per stare insieme, per creare socialità e non per distruggere vite e famiglie. Vorrei, infine, dare un grande in bocca al lupo alle due formazioni che domenica scenderanno in campo; Interputeolana e Cuma Calcio sono  associazioni che hanno condiviso in pieno lo spirito del nostro Ente cercando di diffondere valori sani e costruttivi. Che vinca il migliore!»