POZZUOLI – «Basta lavoro nero»: sono tantissimi i cartelli esposti in città. A schierarsi dalla parte dei lavoratori irregolari è Potere al Popolo – Pozzuoli: «Quante volte ci è capitato di leggere offerte di lavoro e, andati a chiedere informazioni, prevedevano turni massacranti e paghe misere? Quante volte siamo stati costretti ad accettare lavori con orari improponibili e senza l’ombra di un contratto? E quante volte questa consapevolezza ha spinto un nostro amico, un nostro fratello o noi stessi ad emigrare in cerca di una vita migliore? Tutte e tutti noi abbiamo lavorato almeno una volta in quel pub che ci ha “assunto” a nero, o abbiamo cercato un lavoro per poi scoprire che la realtà occupazionale nella nostra terra è fatta di sfruttamento, mancanza di contratti, zero tutele. Siamo stati lavoratori fantasma, senza contratto e quindi senza diritti». 

I ‘LAVORATORI FANTASMA’– Potere al Popolo accende i riflettori sulla città di Pozzuoli, dove negli ultimi anni sono stati aperti nuovi locali. «Tantissime attività, tantissima richiesta di lavoro, tantissimi giovani (e meno giovani) pronti ad offrirlo – si legge nella nota – ma senza alcun tipo di contratto o tutela. Spesso con un contratto fittizio part-time in cui le ore dichiarate erano una minima parte di quelle reali. E nonostante questo sia una situazione evidente a tutti, mai una volta la politica cittadina ha avuto il coraggio di denunciare il problema. Per non inimicarsi amici e clientele ha preferito abbandonare a loro stesse lavoratrici e lavoratori sfruttati. I fantasmi del lavoro nero, invece, finalmente accendono i riflettori su questo problema. È ora di reagire e organizzarsi, dobbiamo costringere la politica cittadina a smettere di fingere che il problema non esista e ad agire».