Virtus PozzuoliPOZZUOLI – Non c’è tempo in casa Virtus per pensare alla mancata promozione in serie B, Palumbo e company già guardano alla prossima stagione e l’obiettivo è ripetersi sugli stessi livelli. Impresa difficile ma non  impossibile, in casa gialloblu si vuole ripartire dal blocco degli ultimi anni: riconfermare (in buona parte) il gruppo italiano è il punto di partenza.

CHI RESTA – Salvatore Errico, Stefano Orefice, Renato Orsino e David Loncarevic sono i punti fermi da quali Pulumbo e coach Serpico vorrebbero ripartire ed hanno già sondato in maniera informale la disponibilità dei ragazzi a restare. Atleti che in alcuni casi hanno avuto anche allettanti offerte altrove ma che per ragioni di studio e lavoro hanno rimandato al mittente. Del gruppo storico potrebbe non far parte Aprea, in casa Virtus infatti si sta pensando ad un tipo di play diverso al quale affidare la cabina di regia.

CAPITOLO STRANIERI – Radomir Pekic e John Lewis hanno senza dubbio fatto una buona impressione dentro e fuori dal parquet e Palumbo li riconfermerebbe ad occhi chiusi, anche se per l’ala americana un ritorno a Pozzuoli è impossibile: infatti il gigante della Louisiana resterà negli States dove ha trovato un ingaggio da assistent coach. La guardia montenegrina dal canto suo sarebbe lieta di ritornare a Pozzuoli e un accordo non dovrebbe essere impossibile.

CHI ARRIVA – L’addio di Lewis e quello possibile di Aprea lasciano scoperti due posti nel quintetto da riempire. Palumbo e Serpico stanno pensando a come riempirli e soprattutto se e dove spendere un altro straniero. Tutto valutando che è intenzione della società provare a dare più minuti ai giovani del vivaio, specialmente ai ragazzini stranieri che dopo un anno di formazione sono pronti a qualche minuto tra i grandi. Si potrebbe anche ipotizzare l’arrivo del solo play con Mehmedovic promosso in prima squadra ed Errico a fare compagnia a  Loncarevic sotto le plance.