20160903_191552POZZUOLI – Primo “scrimmage” stagionale per la Virtus Pozzuoli, che sabato ha ospitato al Pala Erico Isernia, squadra molisana che milita in serie B. Come consuetudine la sfida si è giocata con l’azzeramento del punteggio a fine di ogni quarto. I molisani si sono aggiudicati primo, secondo e quarto periodo, mentre i padroni di casa hanno vinto solo il terzo periodo.

SQUADRA STANCA – Pozzuoli è sembrata appesantita dal duro lavoro fisico scolto in questi giorni, con gambe e braccia pesanti che non hanno reso possibile un gioco fluido. A testimoniare la mancanza di lucidità il 5/19 dalla linea dei liberi, dato che ben racconta lo stato fisico dei puteolani sabato. Indicazioni positive in termini di realizzazione sono arrivate da Nicl Harney che è stato autore di 25 punti. Buona la prestazione atletica del lingo di Cleveland in costante ricerca del ferro, anche se deve ancora entrare nelle logiche del gioco europeo. L’altro nuovo arrivato, Barry Stevens, ha dimostrato di avere tanta potenzialità, con tanti buoni tiri presi da centro area che, forse anche per la condizione atletica, non sono andati a buon fine.

COACH SERPICO – A fine gara si lascia a qualche considerazioni il coach Mauro Serpico: «Considerando che dei 10 giorni di lavoro, 6 sono stati tutti di atletica esordisce il coach puteolano – non potevo aspettarmi gara diversa. A parte qualche sprazzo c’è stata molta confusione dettata sicuramente dalla stanchezza. Bene l’intensità difensiva, che dovrà essere il nostro punto di forza. Le gare estive servono a rodare il gioco e noi abbiamo due giocatori nuovi da inserire. Abbiamo comunque molto talento e siamo un ottimo gruppo»