SERPICOPOZZUOLI – La Gma Pozzuoli esce sconfitta dallo scontro diretto contro la Pallacanestro Angri al termine di una gara dove i padroni di casa sono stati sempre avanti nel punteggio. I flegrei hanno cercato di recuperare nell’ultimo periodo dove hanno messo a segno un parziale di 29-17 ma alla fine la rimonta non è riuscita alla squadra guidata dal tecnico Mauro Serpico. Nel primo quarto il match è equilibrato con Angri che lo chiude avanti per 16-23. Nel secondo la musica non cambia con i padroni di casa che a metà match conducono sempre per 46 a 37. La Gma cerca in tutti i modi di risollevarsi ma al 30′ Angri è addirittura a + 20 (69-49). Poi, nel finale i flegrei cercano di recuperare ma è ormai troppo tardi con i padroni di casa che vincono 86-78. Non sono bastati i 22 punti e la buona prova di Lewis, mentre, a pesare negativamente ancora una volta il tiro dalla distanza con un 5/32 che parla da solo.

POST PARTITA –  «E’ andata male perchè abbiamo perso di otto punti e abbiamo regalato praticamente tre quarti di gara ai nostri avversari – spiega coach Serpico -. Non abbiamo mai difeso come volevo e nell’ultimo periodo abbiamo cercato di riprenderci ma era troppo tardi. Una reazione che da meno venti ci ha portato a meno quattro. Purtroppo questo ci fa capire che non siamo una grande squadra, non siamo forti, siamo un gruppo che possiamo lottare per il terzo e quarto posto. Abbiamo sbagliato tanto dalla distanza e la vedo dura se la palla non entra. Abbiamo avuto tanto da Lewis che ha fatto 22 punti e 16 rimbalzi di cui otto offensivi ma è il problema che se mettiamo nelle condizioni un tiratore di tirare con i piedi a terra e fa 0/11 da tre come Pekic la vedo difficile. Abbiamo pagato questo perchè nei momenti importanti la palla non è entrata. Abbiamo avuto un atteggiamento scellerato in difesa per trenta minuti mentre nell’ultimo periodo abbiamo fatto quello su cui avevo impostato la gara nel corso della settimana. Siamo stati insultati per tutta la gara. Mario Innocente ha avuto un pugno in faccia con un labbro che sanguinava, a me hanno lanciato un tappo in faccia. Spero che gli arbitri abbiano visto tutto perchè è indecoroso giocare su un campo del genere e ricevere un simile trattamento. Per il resto questo fa capire che dobbiamo rivedere i nostri obiettivi anche se la speranza è l’ultima a morire però se continuiamo così non andiamo da nessuna parte».

Il tabellino dei giocatori della Gma

Lewis 22, Pekic 10, Aprea 5, Errico 9, Orefice 10, Esposito ne, Loncarevic 14, Orsinin 5, Caresta ne, Longobardi, Salzillo 3. All Serpico