POZZUOLI – Hanno riaperto oggi le attività commerciali, i “servizi alla persona” (parrucchieri, barbieri, centri estetici), i bar (con servizio al banco, non ancora ai tavolini). A partire da questa mattina sarà possibile anche visitare musei, luoghi di cultura e recarsi in biblioteca. La ristorazione ripartirà, invece, giovedì. Per gli esercizi commerciali si autorizza e si raccomanda l’apertura dalle 7 alle 23, senza obbligo di chiusura domenicale.

LE REGOLE PER BARBIERI E PARRUCCHIERI – Nella giornata di ieri il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha firmato un’ordinanza contenente ulteriori misure per la prevenzione e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Tante le regole da rispettare nella fase 2 per scongiurare ulteriori contagi. Parrucchieri e barbieri devono lavorare su prenotazione per evitare le sovrapposizioni di clienti. In fase di prenotazione il cliente dovrà illustrare il tipo di trattamento richiesto in modo che i titolari delle attività possano ottimizzare i tempi di attesa e scongiurare ogni forma di affollamento. Ogni cliente accede al locale da solo; per minori e disabili è consentita la presenza di un accompagnatore da concordare in fase di prenotazione. Dovrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperature superiori ai 37.5 e in attesa dell’arrivo del primo cliente bisognerà igienizzare tutte le superfici.

LE REGOLE PER I CENTRI ESTETICI – Durante i trattamenti estetici i pannelli della cabina devono restare chiusi. Sono vietati l’uso della sauna e del bagno turco, così come quello delle vasche idromassaggio. Al termine di ciascun trattamento vanno rimossi con i guanti le pellicole, i lenzuolini monouso e quant’altro viene usato. All’uscita di ogni cliente bisogna pulire e disinfettare scrupolosamente tutte le superfici della cabina estetica. Prima di far entrare il cliente successivo, bisogna garantire il ricambio di aria nella cabina il più possibile in modo naturale, aprendo le finestre, oppure meccanicamente.

LE REGOLE PER I NEGOZI – Per supermercati e centri commerciali potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura superiore ai 37,5. Bisogna evitare assembramenti e assicurare il mantenimento di almeno un metro di separazione tra clienti. E’ necessario garantire un’ampia disponibilità e accessibilità ai sistemi per l’igiene delle mani con soluzioni idro-alcoliche, promuovendone l’utilizzo da parte di clienti e operatori. Dovranno essere messi a disposizione dei clienti guanti monouso da usare obbligatoriamente per scegliere in autonomia la merce. I clienti devono sempre indossare la mascherina come i lavoratori. Bisogna assicurare la pulizia e la disinfezione quotidiana delle aree comuni e favorire il ricambio d’aria negli ambienti interni ed escludere totalmente per gli impianti di condizionamento la funzione di ricircolo dell’aria.

LE PALESTRE – Restano chiuse piscine e palestre fino al 25 maggio. Per quanto riguarda le attività sportive è consentito il tennis e tutte le attività sportive con distanziamento di almeno due metri; anche circoli e associazioni sportive.