Il sindaco di Bacoli, Josi Della Ragione
Il sindaco di Bacoli, Josi Della Ragione (foto Paco Smart)

BACOLI – Il Sindacato Unitario Giornalisti della Campania si schiera contro la decisione del sindaco di Bacoli, Josi Della Ragione, di tagliare la figura dell’addetto stampa per la comunicazione istituzionale. Una decisione che arriva dopo il taglio dell’acquisto dei giornali per la rassegna stampa. In una dura nota il SUGC e i consiglieri nazionali campani della FNSI hanno stigmatizzato il comportamento del primo cittadino, che tra l’altro è un giornalista pubblicista.

 

LA NOTA – Il sindaco di Bacoli Josi Della Ragione dopo aver annunciato il taglio dell’acquisto dei giornali per la rassegna stampa, 1.800 euro che contribuiranno certamente a risollevare le casse comunali, annuncia di aver tagliato anche i 5mila euro destinati all’addetto stampa. “A coordinare la “Comunicazione Istituzionale” è e sarà il consigliere Mauro Cucco – scrive il primo cittadino – giornalista pubblicista, con delega specifica, e gli uffici municipali addetti all’attività”.Insomma, da un lato dice che la comunicazione è uno spreco, dall’altra che è un’esigenza. È paradossale che una decisione del genere arrivi proprio da un giornalista. Il sindaco genera un pericoloso equivoco. Primo, spaccia l’eliminazione di un posto di lavoro, seppure con un stipendio ridicolo e inadeguato, come un taglio che salverà il Comune. Secondo, afferma che chi ha un ruolo di rappresentanza, i consiglieri comunali, possono anche svolgere mansioni non retribuite nell’Amministrazione comunale. Terzo, afferma che chiunque all’interno degli uffici comunali può svolgere attività giornalistica. È una logica aberrante e fuori da ogni regola. Secondo lo stesso principio il sindaco potrebbe rinunciare anche all’appalto per la nettezza urbana, quello sì oneroso per le casse comunali, e mandare tutti i suoi consiglieri a pulire le strade della città. Quelle di Della Ragione sono scelte demagogiche e populiste che non fanno altro che mortificare una professione le cui regole sono garanzia di libertà e corretta informazione. Il sindacato dei giornalisti (SUGC) e i consiglieri nazionali campani della FNSI invitano il sindaco a rispettare la legge sulla comunicazione nella pubblica amministrazione e a concentrarsi sugli sprechi reali del suo Comune.