di Gennaro Del Giudice

coccio di bottigliaPOZZUOLI – Forse una lite per motivi passionali alla base del tentato omicidio ai danni di un 47enne originario della Polonia. L’autrice, Piccirilli Alla Valeriya, una 34enne ucraina, è stata arrestata dai carabinieri della stazione di Licola, diretti dal maresciallo Pietro De Stasio, in seguito a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Napoli per tentato omicidio.

 

L’AGGRESSIONE – Le indagini svolte dai militari dell’arma hanno accertato che la donna lo scorso 19 giugno, in via Cuma Licola, al culmine di una lite per futili motivi, con il collo di una bottiglia frantumata, feriva un 47enne polacco, residente anch’egli a Licola. La vittima fu subito soccorsa dal personale del 118 e trasportata all’ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli, dove i sanitari gli medicarono  “una ferita lacero contusa superficiale trasversale sottombelicale mediana cute e sottocute superficiale ed una ferita lacero contusa al polso sinistro in assenza dì lesioni vascolo-tendinee”, guaribile in 30 giorni. Durante il sopralluogo i carabinieri trovarono e sequestrarono la bottiglia utilizzata per il ferimento. L’arrestata, prelevata dai militari nella sua abitazione a Licola, è stata trasferita nel carcere femminile di Pozzuoli.