BACOLI – Durante la stagione estiva sono tantissimi gli italiani che hanno lasciato i propri appartamenti per andare in vacanza. E altrettanto sono coloro che, al rientro dalle ferie, hanno ritrovato le case svaligiate. Un fenomeno, quello dei furti, che ha presentato come sfondo anche la cittadina di Bacoli durante i mesi più caldi dell’anno. Critico il consigliere di opposizione, Nello Savoia: «Solo nella zona dello Scalandrone, nelle ultime settimane, ci sono stati di più di 20 tra appartamenti e ville in cui sono entrati dei malviventi e hanno derubato. Altrettante sono le abitazioni invece, o per tempo o per la presenza in casa di qualcuno, in cui i tentativi di scasso, sono andati falliti. Per non parlare di motorini e auto rubate, dei finestrini rotti in pieno giorno nei parcheggi comunali, per poter portare via qualunque cosa». «È evidente che la sicurezza non è priorità di questa amministrazione – incalza il politico di Fratelli d’Italia – Le telecamere, che sono l’unico deterrente per i malviventi, sono state istallate solo in determinati posti e con un fine ben preciso: verbalizzare le auto che percorrono le Ztl. Per il controllo del territorio, nulla. Non c’è alcuna misura presa da questa amministrazione in tre anni e mezzo. Le periferie erano e restano totalmente abbandonate, senza alcuna prevenzione».