QUARTO – La città di Quarto non intende mollare la presa. Dopo la manifestazione di sabato, che ha visto scendere in strada centinaia di cittadini contro l’installazione delle antenne 5G sul territorio, il Comitato a difesa della salute e dell’ambiente chiama a raccolta i residenti. L’appuntamento è per domani pomeriggio nei locali della Consulta, alle spalle della scuola Gobetti. «Dobbiamo diventare un mare che travolge qualunque decisione metta in pericolo gli abitanti di questa comunità», annunciano i rappresentanti del gruppo. Nei giorni scorsi sulla questione è intervenuto anche il capogruppo regionale campano di Forza Italia, Armando Cesaro: «I cittadini di Quarto hanno ragione, temono per la propria salute già messa a dura prova da sversamenti illegali e roghi: il sindaco rispetti dunque la loro volontà e sospenda immediatamente l’autorizzazione all’installazione sperimentale delle antenne 5G». Per Cesaro «il provvedimento di sospensione va preso indipendentemente dai rilievi Arpac».