LICOLA – Il Tribunale del Riesame di Napoli (decima sezione Presidente Dott.ssa Orditura) ha accolto il ricorso degli avvocati Andrea Giovine e Luigi Poziello del Foro di Napoli Nord, concedendo gli arresti domiciliari al 62enne, arrestato per produzione e detenzione di stupefacente a Licola. Ribaltata, dunque, la decisione del Giudice del Tribunale di Napoli Nord, Donata Di Sarno, che aveva convalidato l’arresto e disposto la custodia in carcere a Poggioreale.

L’ARRESTO – Le manette sono scattate a metà luglio quando i carabinieri hanno scoperto quel laboratorio casalingo in via Madonna del Pantano nel comune di Giugliano in Campania. Attorno alberi di pesco e fusti di cannabis baciati dal sole. Arrestato per produzione e detenzione di stupefacente, il proprietario del fondo, un incensurato di 62 anni. Ben 632 le piante estirpate e distrutte; 150 i chili di marijuana già essiccati posti in sequestro. Recuperati anche ventilatori, cesoie, un generatore di corrente utilizzati per la coltivazione.