Auto in sosta selvaggia nel centro storico

POZZUOLI – Sicuramente molti dei cittadini che nel fine settimana si concendono una passeggiata nel centro della città si saranno posti la seguente domanda dinanzi alle centinaia di auto in sosta selvaggia: ma i vigili dove sono? Infatti se la mattina è facile scorgere delle pattuglie in attività, la sera nemmeno l’ombra. Un’assenza che priva la città di ogni presidio di sicurezza e che consegna definitivamente la città all’anarchia e ai parcheggiatori abusivi.

TURNI DI LAVORO – Ma perché i vigili non ci sono? La risposta è da ricercare negli attuali turni di lavoro. Orari incompatibili con quelli che sono i ritmi della movida puteolana e che danno luogo ad un paradosso: quando i vigili finiscono il loro turno e fanno rientro al Comando di via Luciano, le auto affollano le strade del centro storico, di via Napoli, di Arco Felice e Lucrino, i “poli” attrattori della movida.

MULTE  –  Ma prendiamo ad esempio una sabato sera qualsiasi, quando la notte della movida si trasforma in due. La prima che va dalla tarda serata fino alle 23 circa, quando l’operato dei vigili è visibile e testimoniato dalle numerose multe che vengono elevate alle auto in sosta su marciapiedi, in doppia fila o senza grattino. La seconda dalle 23 fino all’alba, la fase più critica, dove vedere un vigile è un vero e proprio miraggio e dove l’enorme flusso di auto trova sistemazione dove capita.

Auto in sosta selvaggia anche a Lucrino e Arco Felice

RIMOZIONI –  É proprio in questa seconda parte delle tipiche serate della movida puteolana che cessa anche l’attività di rimozione forzata dei carri-attrezzi che fanno prematuramente rientro al deposito.  Non meraviglia, quindi, vedere auto parcheggiate di traverso a sbarrare il passaggio dei pedoni su di un marciapiedi, così come non stupisce vederle in sosta sul lungomare, dinanzi ai portoni dei condomini, in seconda fila o in piazza, ovviamente prive di multe. Sanzioni che non vengono più comminate perdendo anche la loro funzione di deterrente e che incentiva sempre più gli “avventori” della movida a parcheggiare nei posti più disparati per la gioia degli abusivi sempre più padroni della città.

AUTO AL PROPRIO POSTO – Ma nonostante le auto parcheggiate in maniera del tutto arbitraria a tal punto da costituire un serio pericolo anche per la sicurezza dei residenti, sabato scorso nessuna vettura è stata rimossa.  Una situazione che mette a rischio l’incolumità dei puteolani e degli stessi “ospiti” del sabato sera. Il corpo dei vigili urbani solitamente rappresenta il corpo di polizia e di ordine pubblico più vicino ai cittadini ma che di fatto a Pozzuoli sembra essere lontano anni luce dalla figura dei “custodi” della città e dei cittadini sempre più abbandonati e ostaggio di una movida selvaggia in continuo aumento e che registra una preoccupante escalation di violenza. Una città che di sera diventa terra di nessuno, o meglio terra dell’illegalità e degli abusivi.

ALLARME – Un’emergenza che impone urgentemente una drastica revisione di quelli che sono gli attuali orari di lavoro dei caschi bianchi, revisione che dovrebbe avvenire già da questo week-end allungando i turni di lavoro fino alle tre del mattino. Ma basterà? Per molti cittadini il fenomeno ha raggiunto tali proporzioni (da Lucrino a via Napoli) che le attuali unità in forza al corpo di Polizia Municipale sembrano essere insufficienti, tanto da mostrarsi favorevoli all’impiego di uomini dell’esercito a coadiuvare le operazioni di controllo come è avvenuto in altre città e come testimoniano i numerosi commenti rilasciati sulle varie “piazze virtuali puteolane” di Facebook.

ALESSIO GAMBARDELLA
[email protected]

LE FOTO
[cronacaflegrea_slideshow]