POZZUOLI – «Nonna, mi devono consegnare un pacco. Bisogna dare 7mila euro ai fattorini, puoi anticiparli tu?». È con questa scusa, e dopo una telefonata a casa, che una donna è caduta nella rete di un truffatore e di un suo complice: i due sono riusciti a portarle via i soldi e i gioielli. La vicenda è avvenuta l’altra mattina; la vittima è una 80enne di Pozzuoli che ha risposto al telefono di casa: all’altro capo della cornetta un uomo che ha detto di essere il nipote. Il truffatore ha annunciato all’anziana che sarebbe arrivato un corriere di una società di spedizioni per consegnare un pacco. La donna ha avvisato il finto nipote di non avere tutti quei soldi in casa, ma di arrivare al massimo intorno ai 2.000 euro. Da qui la richiesta del balordo di racimolare quanto più possibile, aggiungendo a quel denaro tutto l’oro che possedeva tra le quattro mura.

LA TRUFFA – I due sono arrivati a casa della donna a bordo di un piccolo furgoncino ed hanno consegnato il pacco, poi rivelatosi vuoto. In cambio l’anziana ha dato loro sia i soldi che tutti i gioielli che aveva in casa. Un danno che, stando ad una prima ricostruzione, supera anche il valore di 7mila euro. Solo dopo qualche ora l’anziana si è resa conto di essere stata raggirata. Alla malcapitata pensionata non è rimasto altro che recarsi dalle forze dell’ordine per sporgere una denuncia contro ignoti per truffa.

I CONSIGLI – Polizia e carabinieri avvertono la cittadinanza di non fidarsi assolutamente di telefonate da parte di soggetti che chiedono soldi ma di avvertire in ogni caso le forze dell’ordine. Purtroppo persone senza scrupoli non esitano ad approfittare di chi è anziano per provare a racimolare profitti in maniera illecita. Avvenimenti che costano, oltre al danno economico, una mortificazione di tipo psichico per quanto subito.