La stazione ferroviaria di Fusaro
La stazione ferroviaria di Fusaro

CAMPI FLEGREI – Non si fa attendere la risposta del Presidente Vincenzo De Luca alla nota sindacale Filt Cgil Campania nella quale si annuncia uno sciopero di 4 ore del personale viaggiante per la giornata del 3 Marzo. “Visti l’esito negativo dell’incontro aziendale deI 23/1 1/2015 e l’inevasa richiesta dell’espletamento del tentativo di conciliazione del 25/11/2015, relativamente alla problematica “controlleria” dell’EAV Ferro, le scriventi OO.SS. proclamano una prima azione di sciopero per il “Personale Viaggiante” di tutte le linee ferroviarie di 4 ore dalle ore 9:30 alle ore 13:30 per giovedì 3 marzo 2016″.

L'arrivo di De Luca al cantiere
Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca

LA RISPOSTA – «La vicenda che si è verificata nelle scorse settimane, con alcune sigle sindacali che hanno proclamato uno sciopero bianco, rifiutandosi di fare lo straordinario, non dovrà accadere mai più. Se qualcuno pensa di mantenere i vecchi vizi pseudo-sindacali, deve sapere che un minuto dopo portiamo i libri in tribunale e si chiude la storia dell’Eav. Nessuno pensi di ricattarci con comportamenti assolutamente irresponsabili. – ha detto il governatore della Campania – Sapete quali sono i motivi di questo sciopero? Perché avevamo messo i controllori ai tornelli, nelle stazioni, anziché far fare i controlli sui mezzi. Questo ha significato perdere 50 euro al mese di straordinario. Questi non hanno capito che il problema è difendere il posto di lavoro, non i privilegi parasindacali. Dobbiamo capirci in maniera brutalmente chiara: noi stiamo sputando sangue per recuperare disastri causati da un vuoto amministrativo negli anni passati. 

BRACCIO DI FERRO – L’Eav – conclude De Luca – ha 700 milioni di euro di debiti e 2700 contenziosi in atto e nonostante questo, anziché portare i libri in tribunale, stiamo acquistando mezzi pubblici, ci prepariamo a fare altri investimenti, a rinnovare gli impianti ferroviari. Ad una condizione, però: facciamo tutti le persone serie e responsabili e noi lavoreremo per salvare l’azienda». Insomma, oltre alle carenze infrastrutturali e ai problemi economici, sembra che sia in corso anche un “braccio di ferro” tra alcune sigle sindacali e la dirigenza EAV-Regione Campania, il che contribuisce ad aumentare i pesanti disagi subiti dai pendolari, la cui sopportazione è al limite già da tempo. Speriamo vinca il Trasporto Pubblico. Intanto, anche stamattina i cittadini, su Facebook, lamentano pesanti disservizi sulle linee Cumana e Circumflegrea. (a cura di Luigi Contessa)