BACOLI – Dissesto finanziario a Bacoli, il caso arriva a Roma. Il deputato Gennaro Migliore del Pd ha presentato un’interrogazione ai ministri dell’Interno e delle Finanze per conoscere «quali iniziative intendano intraprendere per rafforzare le sanzioni e rendere più celere l’applicazione delle stesse per gli amministratori ritenuti responsabili di aver contribuito, con condotte, dolose o gravemente colpose, sia omissive che commissive, al dissesto». La richiesta del parlamentare dem è motivata dal fatto che «le conseguenze della dichiarazione di dissesto, causato dalla crescita incontrollabile del debito, dall’inefficace riscossione dei residui attivi e dei tributi evasi, dall’inesigibilità di crediti avanzati verso il Centro ittico e dalla sottostima dei residui attivi, graveranno anzitutto sui cittadini per il pericolo che l’alienazione di beni comunali privi il paese di fonti di ricchezza e sviluppo». Migliore chiede che le autorità di governo facciano chiarezza e diano risposte ai cittadini di Bacoli.

L’INTERROGAZIONE – Sulla stessa lunghezza d’onda pure il circolo Pd di Bacoli: «La puntuale presa di posizione di Gennaro e dei parlamentari Pd, dopo la nostra iniziativa del 28 settembre, conferma la presenza del Pd in quei comuni, come il nostro, in difficoltà e rafforza la nostra campagna perché sia fatta chiarezza e giustizia di chi ha portato Bacoli al fallimento».