LONDRA – Torna la rubrica a cura di Vittoria Di Meo, cittadina flegrea che vive a Londra da 10 anni e che desidera raccontare usi, costumi e tradizioni della capitale del Regno Unito, attraverso gli occhi di una ragazza che porta dentro di sé il sole e il mare dei Campi Ardenti.

«Se andassi a Londra in questo momento, assisteresti a una delle più grandi celebrazioni londinesi: il Pride Month. Il Pride Month è un festival annuale che si svolge nel mese di giugno, tuttavia i festeggiamenti si estendono fino all’inizio di luglio. Il Pride Month è ben noto in tutto il mondo come una celebrazione della comunità LGBTQ, ma non c’è posto che lo celebri come Londra. Piazze e strade, note in tutto il mondo, si trasformano per fare spazio a eventi gratuiti e dal vivo. Trafalgar Square e Leicester Square sono, di solito, piazze desolate che ospitano persone che passeggiano; durante il mese del Pride viene, invece, allestito un enorme palco per i cantanti nella parte anteriore e si svolge uno spettacolo musicale gratuito. L’evento più grande da non perdere è la Pride March. Una manifestazione all’aperto in cui la comunità LGBTQ celebra la propria identità e i propri successi nel corso della storia: qui puoi vedere le persone che marciano accompagnati da musica e manifesti festivi. Questa marcia parte da Portland Place e poi si dirige verso Regent Street, Oxford Circus, Waterloo Place, Trafalgar Square e Whitehall dove poi ci si disperde. Se ti trovi a Londra in questo periodo, ti consiglio di assistere alla marcia e ai vari eventi. In questo tempo si respira aria di festa; partecipare a questi festeggiamenti non è solo un modo per divertirsi, ma anche una dimostrazione concreta del tuo sostegno alla comunità LGBTQ».