QUARTO – Maggioranza e minoranza tornano a confrontarsi in aula consiliare. Il Consiglio Comunale di Quarto, che si terrà a porte chiuse a causa dell’emergenza coronavirus, è stato convocato per la giornata di martedì 22 giugno. Ben 16 i punti all’ordine del giorno. Sotto i riflettori l’approvazione del regolamento comunale per la tutela e la valorizzazione delle attività agro-alimentari locali e l’istituzione della denominazione comunale (De.Co.). L’obiettivo è promuovere e salvaguardare i prodotti ‘made in Quarto’. I consiglieri si ritroveranno nell’aula consiliare “Peppino Impastato” anche per l’approvazione di una variazione al Documento unico di programmazione e al bilancio di previsione 2021/2023.

LE MOZIONI – Numerose le mozioni a firma dei consiglieri di opposizione. Rosa Capuozzo, ex sindaco di Quarto, pone al centro del dibattito alcune questioni delicate, come quella relative al Puc o alla realizzazione di una casa studio. Il consigliere Davide Secone si è fatto, invece, portavoce di una mozione per trasformare il senso unico di via Casalanno. Tra le interrogazioni a risposta scritta c’è quella del consigliere Gabriele Di Criscio in merito alle percentuali perequative da versare agli enti preposti sul reale consumo idrico degli utenti quartesi.