POZZUOLI – Sembra avviarsi a conclusione la crisi della CTP, che da circa 3 settimane sta causando la paralisi di gran parte del trasporto su gomma in ben 72 comuni del napoletano e del casertano. Intere città e quartieri isolati e centinaia di migliaia di cittadini e turisti privati del diritto alla mobilità. In una nota indirizzata ai dipendenti, il management aziendale ha fatto sapere che entro il 3 agosto saranno finalmente corrisposti gli stipendi di giugno, luglio e la quattordicesima. Lo stato di agitazione dei lavoratori dovrebbe quindi concludersi a breve con la ripresa del servizio al massimo entro i primi giorni di agosto.

L’ACCORDO – Dopo i pesanti scambi di accuse e rimpalli di responsabilità tra i vertici CTP, la Città Metropolitana e i Sindacati di categoria, sembra che finalmente si sia raggiunta un’intesa. L’azienda ha messo in campo una serie di azioni che consentiranno all’Ente metropolitano di poter intervenire, facendo confluire denaro cash nelle casse della CTP attraverso un’operazione di ricapitalizzazione e la liquidazione delle indicizzazioni (aumenti dei corrispettivi per chilometro, riconosciuti negli anni scorsi ma mai versati). Grazie a questi fondi potranno essere corrisposte le spettanze al personale dipendente e pagate le fatture ai fornitori. Dunque, il “caso” CTP sembra stia per chiudersi, almeno per questa estate.

INTERROGAZIONE – Intanto il M5S di Pozzuoli ha annunciato la presentazione di un’interrogazione al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli. «Quanto sta accadendo è inaccettabile.  – dichiara il Consigliere pentastellato Antonio Caso – Da una parte cittadini abbandonati a sé stessi e privati del diritto alla mobilità e dall’altra lavoratori sottoposti a pesanti disagi economici e lasciati nell’incertezza sul proprio futuro. Non è la prima volta che accade in CTP. Per questo, con i nostri attivisti ed insieme alla Senatrice Silvana Giannuzzi, abbiamo deciso di informare la Ministra su quanto sta accadendo e di chiedere, nel rispetto degli ambiti di propria competenza, un suo intervento per una rapida e definitiva risoluzione della problematica. Un trasporto pubblico efficiente è alla base di qualsiasi politica di mobilità sostenibile. E qui nei Campi Flegrei, da molto tempo, il trasporto pubblico lascia molto a desiderare».