di Angelo Greco

La biglietteria della stazione Cumana di Licola

POZZUOLI – Nell’epoca dove tutti tentano la fortuna con i giochi più disparati, anche le linee ferroviarie della Eav si sono volute adeguare a questa voglia imperante di sfidare il fato. Trovare una biglietteria aperta in una stazione infatti è un evento dettato solo dalla fortuna, così come qualche settimana fa, sulla linea Cumana, erano le corse invece ad avere “mera casualità”. Pare dunque che la dirigenza Eav abbia messo su una sorta di campagna di fidelizzazione per i clienti amanti del brivido.

 

LICOLA – Il caso più lampante è quello della stazione della Circumflegrea a Licola, dove nessuno ancora è riuscito a capire in quali orari e giorni il servizio bigliettazione è attivo. Non basta ripresentarsi agli stessi orari e giorni di quando la si è trovata aperta per essere certi di poter acquistare il titolo di viaggio. Spesso ci si imbatte nel solito cartello “biglietteria chiusa”, senza alcun riferimento a quando la si potrà ritrovare aperta. Ma Licola non è unico nel suo genere, anche la stazione di Grotta del Sole a Monterusciello vive lo stesso problema, così come altre ancora sulla linea Cumana.

 

I PRECEDENTI – La casualità sembra il leitmotiv scelto nella linea aziendale dell’Eav è di qualche settimana fa infatti il cartello sulla linea Cumana, che annunciava la non garanzia degli orari. Viaggiare per i gli utenti di Circumflegrea e Cumana è sempre più un terno a lotto.