cannabis
“Super marijuana” venduta al Rione Traiano

NAPOLI – Una giovanissima ragazza ed un uomo erano scesi dal Vomero al Rione Traiano per acquistare “erba”, ma al momento dello scambio i carabinieri in borghese della Compagnia Napoli Bagnoli sono piombati bloccando pusher e acquirenti. Lo spacciatore finito in manette è Ciro Gargiulo, 53enne, napoletano, già noto alle forze dell’ordine, arrestato in flagranza di reato. I due vomeresi non hanno esitato a consegnare l’erba appena acquistata ai militari (15 euro al “pezzo”, il doppio rispetto i prezzi noti della marijuana).

VENDUTA A PREZZO MAGGIORITARIO – Gli operanti hanno poi perquisito lo spacciatore e il suo scooter, trovando 10 grammi di marijuana e 24 grammi di hashish, suddivisi in dosi. Il test fatto sul posto con il reagente per ‘cannabinoidi’ è stato decisamente reattivo rispetto al solito. Una ‘supermarijuana’ in pratica, venduta a prezzi maggiorati. I risultati venuti fuori dal Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti dell’Arma hanno confermato l’intuizione riscontrando il 16% di principio attivo (THC). Tanto, il 400% in più di quello normalmente presente nella marijuana (3-4 %). Di conseguenza si tratterebbe di una selezione particolare di piante probabilmente trattate in fase di coltivazione seguendo procedure che stimolano la produzione di principio attivo. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato presso il carcere di Poggioreale.