QUARTO – “Basta giochi di potere, Sabino fai il tuo dovere” e “Assessore latitante, Amministrazione fantasma, Sabino sei il capo di questa paranza”. Recitano così i due striscioni affissi in città e indirizzati al sindaco di Quarto Antonio Sabino, all’assessore allo sport Peppe Martusciello e all’amministrazione comunale. La firma è della ASD Quartograd che porta all’attenzione il tema degli impianti sportivi abbandonati e in particolare quello dello “Stadio Comunale Giarrusso”, che ad oggi versa in uno stato di fatiscenza e abbandono totale. Altro tema è quello del parcheggio antistante l’impianto sportivo, affidato a una gestione privata.

LA DENUNCIA “Viviamo il nostro territorio da sempre, viviamo il campo comunale da quasi 10 anni. Conosciamo vita, morte e miracoli di quel rettangolo verde che tanto ci sta a cuore. – denunciano in un comunicato, corredato da foto, gli attivisti del Quartograd – Riteniamo pazzesco che in una struttura ormai fatiscente, abbandonata senza un minimo di manutenzione ordinaria (figuriamoci quella straordinaria), si pensi che “ripristino dei luoghi, dell’agibilità e fruizione della struttura” sia cambiare un paio di lavandini e fare una spazzata a terra. Lo stato delle cose, le strade e l’umore dei cittadini di Quarto ci raccontano tutt’altro.

LA PROTESTA – Continueremo quindi con la nostra denuncia, -si legge ancora nella nota- sognando il giorno in cui presenzieremo come squadra della città all’inaugurazione di uno stadio degno del suo nome. È per questo motivo che proponiamo il nostro reportage fotografico. Riproponiamo ancora una volta il quesito: dopo i proclami risalenti a più di un anno fa, a quando, cari Sindaco e assessore, il bando per i 319.000 € stanziati dalla Città Metropolitana per lo stadio Giarrusso? A quando, quindi, l’inizio dei lavori? Il Quartograd e la città di Quarto meritano rispetto! La prossima stagione sportiva è alle porte e i tempi tecnici si accorciano.”