Pescara del Tronto, 24 agosto 2016 (ANSA/ CRISTIANO CHIODI)
Pescara del Tronto, 24 agosto 2016
(ANSA/ CRISTIANO CHIODI)

POZZUOLI – Dopo l’ondata di solidarietà partita da Pozzuoli e dai Campi Flegrei in favore delle vittime del sisma che ha colpito le popolazioni del centro Italia e che ha visto la raccolta di fondi e beni da destinare ai terremotati, ecco che dalla più grande delle cittadine flegree ha inizio anche la solidarietà fattiva. Questa mattina, infatti, sono partiti alla volta dei luoghi straziati dal terremoto sette volontari dell’Associazione Nazionale Carabinieri distaccamento di Pozzuoli. I volontari sono partiti assieme alla colonna della Regione Campania, coordinati dal presidente regionale, il Generale Cagnazzo e dal presidente provinciale, il Luogotenente Franzone.

LE COMPETENZE – A spiegare il ruolo dei volontari puteolani nelle zone terremotate è il responsabile del distaccamento di Pozzuoli, Alfonso Trincone: «Siamo stati allertati questa notte e stamattina siamo partiti alla volta delle zone colpite dal sisma. Il nostro compito sarà di addetti alla sicurezza, vigileremo sui campi allestiti per garantire la sicurezza e prevenire eventuali azioni di sciacallaggio. Siamo ben contenti di poter dare un aiuto fattivo a chi è stato colpito da questa grande tragedia. Inutile ribadire quanto tutta l’ANC sia vicina a queste popolazioni. Mi preme dire che oltre ai sette che saranno fisicamente lì, tutti nel nostro piccolo stiamo contribuendo a dare un minimo di sollievo a tutte queste persone che hanno perso affetti e beni materiali. Ogni volta che ci chiameranno noi risponderemo sempre: presente!».