POZZUOLI – «No allo sgombero». «Noi vogliamo tutelare i nostri figli». La protesta degli occupanti abusivi delle palazzine popolari di Monterusciello prosegue senza battute d’arresto. A schierarsi in prima linea sono soprattutto le donne che ieri sera hanno affidato il loro malessere a scritte su striscioni esposti davanti al Comune di Pozzuoli. Proprio qui, al Rione Toiano, le dimostranti hanno trascorso la notte. Il freddo e l’aria umida non le hanno fermate. Così come nei giorni scorsi la manifestazione è stata pacifica, anche se la tensione nell’aria si poteva tagliare a fette.

LO SGOMBERO – In assenza dei legittimi assegnatari o della mancata assegnazione delle case popolari, alcune famiglie hanno occupato senza titolo gli alloggi siti nel rione popolare di Pozzuoli. Da qui l’ordine di sgombero che verrà eseguito nelle prossime ore per i primi 15 occupanti. I manifestanti, però, non ci stanno a lasciare le ‘quattro mura’ in cui hanno trovato riparo e da giorni reclamano un aiuto per le proprie famiglie: «Siamo mamme disperate, i nostri bambini hanno bisogno di una casa».