Il 47enne è stato preso dalla Polizia nella notte
L’aggressore è stato preso dalla Polizia nella notte

NAPOLI – Una giovane studentessa universitaria di 26 anni, intorno alle 22 di ieri sera, in seguito alla telefonata di alcuni amici che la invitavano a casa loro, ha lasciato la sua abitazione per raggiungerli. Le sono bastati 5 minuti per raggiungere, in Via Marchese Campodisola, la casa degli amici, distanti dalla sua solo 500 metri ed è stato in quel momento, nell’entrare nel portone, che è stata spintonata alle spalle da un uomo. Temendo d’esser vittima di una rapina, la donna ha riferito di essere in possesso solo di un telefono cellulare ma questi, che aveva ben altre intenzioni, l’ha bloccata per palpeggiarla, andandosene via dopo essersi masturbato.

 

L’IDENTIKIT E L’ARRESTO – Sconvolta la malcapitata, ha subito chiamato la Polizia. Gli agenti del Commissariato di Polizia “Decumani” hanno subito raggiunto la vittima, raccogliendo elementi utili all’identificazione dell’uomo, sia per quanto riguardava le caratteristiche somatiche che quelle relative all’abbigliamento indossato. Diramata la nota di rintraccio, attraverso la Sala Operativa della Questura, gli agenti della sezione Volanti hanno individuato, in Piazza Garibaldi. il responsabile della violenza, bloccandolo. La vittima ha riconosciuto senza ombra di dubbio il suo aggressore, R.R. di 36anni, che è stato arrestato dai poliziotti e condotto, stamani, al Carcere di Poggioreale.