BACOLI – Com’è noto il Comune di Bacoli, insieme a Pozzuoli (comune capofila), Monte di Procida e l’ASL Napoli 2 Nord, rientra nell’Ambito Territoriale n. 12, un insieme di enti che ha il compito di pianificare e programmare i servizi sociali dei Comuni ivi rientranti, secondo quanto dettato dalla legge 328/2000, la legge quadro “per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”. Da anni il pagamento delle spese dei Servizi Sociali (disabilità, anziani, povertà e minori) non venivano pagate con regolarità da parte della municipalità di Bacoli. Al momento dell’insediamento della nuova amministrazione, nel giugno 2019, c’era una pesante massa debitoria: circa un milione di euro. Un pregresso passivo, accumulato dal 2012, la cui estinzione, fino all’annualità 2017, è divenuta di competenza dell’Organismo Straordinario di Liquidazione, essendo il Comune di Bacoli in dissesto dal giugno 2018. Tuttavia la massa debitoria riguardava anche le annualità 2018 e 2019, circa 400mila euro. Ebbene l’amministrazione comunale, attraverso l’assessorato alle Politiche Sociali, ha provveduto a sanare il debito delle ultime due annualità. «Ci siamo messi in pari dando prevalenza alla spesa sociale – ha spiegato l’assessore Lucia Basciano  affinché non vengano mai sospesi servizi all’utenza fragile. Abbiamo dato priorità alla continuità di questi servizi. Ora siamo finalmente in pari e possiamo affrontare le spese nel 2020 con serenità, consapevoli che i servizi vengano assicurati».