EAVCAMPI FLEGREI – Domani 18 Marzo sarà un venerdì difficile per chi deve spostarsi con i mezzi pubblici a causa di uno sciopero nazionale dei trasporti che coinvolge treni e aerei (per l’intera giornata) e un’agitazione del trasporto pubblico locale (metro, tram e bus) con modalità differenti città per città. A cui si aggiunge anche uno sciopero dei taxi di 14 ore dalle 8 alle 22.

EAV – Causa sciopero aziendale delle organizzazioni sindacali OR.S.A. e CISAL di 4 ore, per il giorno 18 Marzo 2016 potrebbe non essere assicurato il servizio ferroviario dalle ore 17:40 ad ultimato servizio. Di seguito un elenco delle corse garantite prima e dopo lo sciopero per Cumana e Circumflegrea.

CTP – Lo sciopero non dovrebbe interessare la CTP, il cui servizio sta lentamente tornando alla normalità dopo i gravi disagi delle scorse settimane. In una nota aziendale del 16 Marzo, “CTP informa che, seppur ancora in fase economicamente critica, la situazione aziendale legata alla messa in linea di vetture idonee all’espletamento del servizio evolve gradualmente verso un progressivo miglioramento. Allo stato sono in linea circa il 50 % delle vetture aziendali. Sulla base di questo dato è stato elaborato un programma di esercizio con linee e partenze garantite, ferme restando le possibili modifiche work in progress che potrebbero determinarsi durante l’espletamento del servizio giornaliero. Qui il link per le info sulle linee flegree.

ANM – L’Anm, in una nota, fa sapere: «Venerdì 18 marzo 2016 il Sindacato Intercategoriale Cobas, (non firmatario di contratto), ha indetto uno sciopero di 24 ore. L’eventuale interruzione del servizio di trasporto su gomma e ferro, sarà gestita a garanzia dei servizi minimi con le seguenti modalità. Per le linee tram, bus e filobus il servizio è garantito dalle ore 5.30 alle ore 8.30 e dalle ore 17.00 alle ore 20.00. Le ultime partenze vengono effettuate circa 30 minuti prima dell’inizio dello sciopero e tornano regolari circa 30 minuti dopo». Per maggiori informazioni si può consultare il sito aziendale cliccando qui.

ITALIA – Per chi deve spostarsi sul territorio nazionale ed oltre, si consiglia di consultare i siti aziendali delle compagnie di trasporto d’interesse.