POZZUOLI – Volti distesi e festanti, per un momento importante per la Puteolana 1902. Ieri sera la squadra ha incontrato il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia a “Palazzo Migliaresi” al Rione Terra. Cravatta granata per un brindisi natalizio, un momento che sostanzialmente ricongiunge la squadra con le istituzioni riportandola alla figura iconica cittadina che le compete. Il recente passato dei granata aveva di fatto allontanato pubblico e istituzioni dissociatesi dalle gestioni scellerate e fallimentari che si sono susseguite negli ultimi anni. L’incontro di ieri sembra aver segnato un’interruzione ed un volta-pagina come del resto testimoniano le parole del sindaco, che ha incontrato calciatori, dirigenti, il presidente Salvatore Di Costanzo e il figlio Pietro.

IL BINOMIO –Volevo che ci fosse un ragionamento di sistema perché è insieme che si vincono le sfide. -ha detto il sindaco Vincenzo Figliolia- Poi il binomio sport-città: la città che cresce, la città che cambia, la città che ambisce ad avere ruoli importanti così come stiamo facendo per quanto riguarda la valorizzazione così una squadra di calcio che vince campionati, che arriva a certi livelli e porta in alto il nome della città Pozzuoli, è un orgoglio per noi cittadini puteolani. E’ un binomio città di Pozzuoli- Puteolana, nel futuro crescendo insieme in una terra senza confini. Le città crescono insieme anche allo sport. Le società di calcio sono l’emblema della crescita delle città, essendo lo sport più vicino come seguito da parte dei cittadini.”

METTERCI LA FACCIA – Parole importanti e liberatorie che trasmettono passione, fiducia e sostegno alla società da parte di Figliolia che ha aggiunto: “La Puteolana ha una storia importante che non devo certo raccontare oggi. !902, quante società hanno la stessa storia? In Campania nessuna ed al Presidente ho detto proprio questo, deve essere orgoglioso di avere scelto di venire ad investire a Pozzuoli. Non mi sono mai esposto, come nelle partite di poker ho sempre detto: vedo. Ho pensato che questa fosse la volta buona, sono una persona diffidente come ricordo spesso al Presidente Di Costanzo e su questa faccenda non faccio sconti a nessuno perché ci ho messo la faccia”.

LA PROMESSA – Laconico come sempre il presidente Salvatore Di Costanzo che ha assicurato e garantito “un impegno costante per portare la Puteolana 1902 ai livelli che le competono”. Simpatico il siparietto finale che ha visto protagonisti il sindaco e l’attaccante Fabrizio Guarracino. “Con la Frattese ne voglio almeno due” ha minacciato scherzoso il primo cittadino; “Ma lei ci sarà?” la replica del bomber “Ci sarò senz’altro!”.