La Cattedrale al Rione Terra di Pozzuoli
La Cattedrale al Rione Terra di Pozzuoli

POZZUOLI – Dopo 50 anni riapre il Duomo di Pozzuoli. Il grande giorno sarà l’undici maggio, come confermato dallo stesso Vescovo di Pozzuoli Monsignor Gennaro Pascarella. Una cerimonia che sarà “riservata” a circa 400 invitati, tra istituzioni locali e regionali mentre in città saranno montati maxischermi. La scelta per la prima celebrazione è ricaduta sulla seconda domenica di maggio, festività dei sette santi patroni martiri della diocesi flegrea. Dunque, dopo anni di attese e i ritardi che fecero saltare perfino la visita del Papa in città, riapre il Duomo di Pozzuoli.

 

LA STORIA – L’apertura arriva 50 anni dopo l’incendio che nella notte tra il 16 e il 17 maggio distrusse completamente il luogo sacro. La cattedrale di Pozzuoli sorge sul tempio romano di Augusto ed è stata oggetto di una completa ristrutturazione architettonica in seguito ad un concorso internazionale del 2000, finanziato con fondi europei. I lavori, iniziati nel 2002 e diretti dall’architetto fiorentino Marco Dezzi Bardeschi, sono stati completati nel 2009. L’apertura del tempio fino ad oggi è stata sempre rinviata per i lavori tuttora in corso sulla rocca e per la realizzazione della canonica e del campanile. I nuovi finanziamenti europei, pari a 33 milioni di euro, già deliberati, permetteranno di definire i due lotti di lavori ancora in sospeso e completare quelle opere fin qui rinviate. Nella cattedrale per l’inaugurazione saranno ricollocati i quadri del ‘600 della Gentileschi, del Fracanzano e del Lanfranco, ora custoditi nei musei napoletani.