Francesco Dinacci, coordinatore locale del Pd
Francesco Dinacci, coordinatore locale del Pd

di Alessandro Napolitano

QUARTO – La città si prepara alle prossime elezioni che con sempre più probabilità si svolgeranno la prossima primavera. Il Partito Democratico sembra essere al momento il più attivo sul fronte del confronto. Dallo svolgimento del congresso, circa un mese fa, ad oggi, non pochi sono stati gli incontri che il Pd locale, guidato da Francesco Dinacci, ha svolto con altri partiti e associazioni. Tra questi Sinistra Ecologia e Libertà, Udc, Quarto Punto Zero, Quarto Giovane e l’associazione Valori e Diritti. Diverse, ovviamente, sono state le reazioni.

DIVERSE LE REAZIONI – Tra chi si è mostrato ben disposto ad un’eventuale alleanza con il Pd e chi invece è ancora perplesso. «E’ del tutto evidente che il Congresso cittadino ha rappresentato una svolta politica per il nuovo profilo e la nuova linea strategica che ha consentito di riprendere immediatamente un’iniziativa di apertura e di ascolto per poter parlare con autorevolezza a tutta la città – spiega Francesco Dinacci – Il Partito Democratico lavora con convinzione per definire un progetto politico di forte cambiamento: per questo non servono riedizioni del passato, né la ripetizione logora di formule vecchie lontane dai cittadini, ma occorre lavorare con coerenza per unire non solo le forze del centrosinistra, ma anche forze politiche moderate e associative che credono nell’impegno civile anche fuori dalla politica tradizionalmente organizzata e che vogliono insieme intraprendere un cammino politico che conduca definitivamente la città di Quarto fuori dall’emergenza e dalla crisi istituzionale».

UN PATTO CIVICO – Diversi i temi su cui quali si sono concentrati gli incontri, e sui quali si “tornerà” a parlare entro breve. «I Democratici di Quarto hanno già intrapreso un percorso politico autonomo per precisare gli obiettivi programmatici – aggiunge il coordinatore locale del Pd – dentro la cornice istituzionale della nuova città metropolitana e dell’area flegrea, svilupperemo quindi un confronto approfondito nel merito dei problemi a partire dalla legalità, dall’ambiente e dallo sviluppo e continueremo a confrontarci in modo aperto con le forze che intendono costruire con il Pd  un patto civico per realizzare una svolta profonda a Quarto»