fermata-bus-quarto

QUARTO«E’ un disastro che questa amministrazione ha messo in atto». Non usano mezzi termini i sindacati dopo l’ incontro-scontro avuto con il sindaco Rosa Capuozzo. Sul tavolo l’argomento caldo di questa estate, il trasporto pubblico su gomma.

TUTTO FERMO ALMENO PER UN ALTRO MESE – Dallo scorso 30 giugno il servizio è stato sospeso e dopo la doccia fredda di questa mattina, difficile prevedere quando potrà riprendere. E’ stato fatto notare che via De Nicola ha chiesto l’ottenimento dello “status” di Comune in pre-dissesto e dunque ha le mani legate per quanto riguarda le spese. Bisognerebbe attendere l’ok della Corte dei Conti che comunque non arriverà prima di un mese. «Stessa sorte per il bus disabili, di proprietà del Comune di Quarto, che non potrà essere messo in servizio per i giovani disabili, per mancanza di fondi – hanno dichiarato Mario Poggiani dello Spi-Cgil e Alfonso Coppola della Cisl – A tali dichiarazioni siamo immediatamente intervenuti presso la Prefettura di Napoli per un incontro urgentissimo per risolvere questo disastro di mobilità che questa amministrazione comunale ha messo in atto».

TIMIDE SPERANZE – Nei giorni scorsi l’assessore ai Trasporti Andrea Perotti aveva lasciato sperare in una soluzione a breve termine dopo un incontro con i vertici dell’Eav. A disposizione circa 50mila euro per far riprendere il servizio, anche in vista dell’imminente avvio del nuovo anno scolastico. Ma le cose, purtroppo, stanno molto peggio e sono già due mesi che il servizio è andato in pensione. Anzi, in pre-pensionamento.