consiglio_comunale_quarto3QUARTO – Una manovra di riequilibrio da non approvare assolutamente, evitando così guai con la Corte dei Conti. E’ il serio monito delle opposizioni extraconsiliari rivolto alla maggioranza che giovedì discuterà in aula del piano finanziario pluriennale.

“VIOLATO OGNI PRINCIPIO CONTABILE” – Secondo Progetto Flegreo «il disequilibrio economico ammonterebbe a circa 1,9 milioni di euro, e per coprirlo sono state appostate impropriamente entrate, straordinarie probabilmente non attendibili per coprire spese ordinarie. In questo modo viene violato ogni principio contabile amministrativo. Inoltre le previsioni di maggiore entrata derivante da IMU e dal recupero di evasione non sono supportate da nessun documento che possa rendere veritiera tale previsione».

L’AVVERTIMENTO – Secondo Francesco Dinacci e Eugenio Iannicelli, fondatori di Progetto Flegreo, l’approvazione della manovra avrebbe addirittura un profilo di illegalità e l’avvertimento è di quelli pesanti: «Chi approva tale documento si rende responsabile verso la città e – siamo certi – anche verso gli organi preposti che non possono mancare di intervenire dopo le nostre osservazioni pubbliche alla città».

“RESPONSABILITÀ SUI SINGOLI CONSIGLIERI” – Dello stesso parere anche il Partito Democratico: «Con la disastrosa ipotesi di predissesto messa in atto dall’amministrazione Capuozzo, si può osservare che la quantità e la qualità dei servizi offerti alla popolazione è crollata. Ora muoversi nell’ambito di una finanza “creativa” è molto pericoloso anche per le singole responsabilità dei consiglieri comunali. Per coprire nuove spese fatte si adottino criteri discutibili di copertura: ulteriore incremento IMU e recupero evasione in modalità fantasiose. Questi nodi verranno al pettine in breve tempo, sotto la lente attenta della Corte dei Conti e del Prefetto». Questo, poi, l’avvertimento dei democratici: «Se ci fossero, come noi pensiamo, singole responsabilità degli amministratori e dei consiglieri comunali, ricadranno sulle loro spalle e sulle loro capacità patrimoniali». In sintesi, dunque, Progetto Flegreo e Pd sono convinti che ciò che verrà approvato in aula il prossimo giovedì possa portare gli organi preposti ad accendere più di un riflettore su Quarto e l’amministrazione comunale.

IN ATTESA DI REPLICA – Abbiamo provato a contattare l’assessore al Bilancio,Vincenzo Campanile, ma al momento non ci siamo riusciti. Restiamo ovviamente in attesa di una eventuale replica di Campanile alle durissime accuse lanciate da Progetto Flegreo e Partito Democratico.