di Gennaro Del Giudice

1988672-violenza1
La 39enne è stata picchiata dal marito prima dell’intervento dei carabinieri

QUARTO – Bloccata nell’auto, insultata, colpita con calci e pugni e poi costretta a baciare l’ex marito. E’ il dramma vissuto da una 39enne di Quarto, vittima delle violenze del padre dei suoi due figli. La donna dopo il raid è finita in ospedale a causa delle ferite riportate su tutto il corpo. Il protagonisti delle violenze, il “marito orco”, è un 40enne, anch’egli di Quarto, e già noto alle forze dell’ordine. L’uomo dopo le violenze è stato arrestato dai carabinieri della Tenenza di Quarto per maltrattamenti famiglia. Un marito che in più occasioni non aveva esitato ad usare la violenza anche davanti ai due figli della coppia, di cui uno minorenne.

 

L’AGGUATO IN STRADA – Violenze sfociate nella follia dell’altro giorno quando il 40enne ha intercettato la sua ex moglie a bordo di un’auto. A quel punto ha bloccato con forza il veicolo nel traffico, ha insultato la donna prima di prenderla a calci e pugni. Poi l’ha costretta a baciarlo, dopo averla ferita. Provvidenziale è stato l’intervento dei carabinieri che lo hanno bloccato e arrestato. La donna è finita in ospedale dove è stata medicata dai sanitari del Santa Maria delle grazie di Pozzuoli per lesioni guaribile in 12 giorni. Dalle indagini avviate i seguito all’agguato è emersa una storia di soprusi e violenze: i militari dell’arma hanno accertato che l’uomo da alcuni mesi, in più occasioni, aveva ingiuriato e maltrattato l’ex moglie, anche in presenza dei figli. Una storia rimasta nel silenzio fino al triste epilogo dell’altro giorno. Dopo le formalità di rito il marito-orco è stato trasferito nel carcere di Poggioreale.