GdfQUARTO – Ci sono anche diversi quartesi tra i 93 indagati per truffa ai danni dello Stato: avrebbero percepito pensioni di invalidità senza averne alcun diritto. L’inchiesta , coordinata dalla Procura di Napoli, sezione Reati contro la pubblica amministrazione, è culminata con un decreto di sequestro preventivo eseguito dalla Guardia di Finanza.

VERBALI FALSIFICATI – Oltre 9 milioni di euro, a tanto ammonta il valore dei beni finiti sotto chiave. Nel registro degli indagati ci sono anche cittadini di Marano, Villaricca, San Giorgio a Cremano, nonchè residenti in altre province d’Italia. In totale, le fiamme gialle hanno posto sotto sequestro 54 immobili, 4 veicoli e diversi conti correnti. Gli inquirenti hanno passato al setaccio migliaia di “pratiche” e certificati rilasciati dalle commissioni mediche di prima istanza delle diverse Asl competenti e delle commissioni mediche di verifica. I finanzieri hanno anche scoperto un’ingente quantità di verbali falsi, attestanti invalidità superiori al 74 per cento, soglia minima per il riconoscimento dell’assegno mensile. In tantissimi casi, gli indagati non sarebbero mai stati sottoposti a visite mediche.