A sinistra Giovanni Santoro, a destra il nuovo presidente del consiglio Anna Perotti
A sinistra Giovanni Santoro, a destra il nuovo presidente del consiglio Anna Perotti

QUARTO – «Bisogna darsi delle scadenze, altrimenti ce ne andiamo tutti a casa». E’ stata quella di Giovanni Santoro l’unica voce “critica” sentitasi durante l’ultima seduta del consiglio comunale. Durante la quale è arrivata anche la fumata bianca per l’elezione del nuovo presidente dell’assise di piazzale Europa, Anna Perotti. Santoro, però, non ha mollato il suo piglio polemico, nonostante sia oramai parte integrante della nuova maggioranza che sostiene il sindaco Capuozzo.

TEMPI CERTI – «Bisogna far partire innanzitutto le consulte: 90 giorni di tempo. E poi, una volta formata la giunta, bisognerà sempre effettuare delle verifiche». Già, la giunta. A che punto è il rimpasto annunciato due mesi e mezzo fa dal primo cittadino? «Il sindaco non dovrà scegliere da solo i futuri assessori – prosegue Santoro – Ma sarà frutto della collaborazione di tutti, altrimenti che significato ha tutto questo?». Un modo quanto meno sibillino, quello del capogruppo della civica Uniti per Quarto, per far capire alla fascia tricolore che la maggioranza non è più quella di giugno scorso, e bisognerà in qualche modo “accontentare” chi oggi permette al sindaco di continuare a ricoprire l’incarico: senza i numeri della ex opposizione non si va da nessuna parte.

IL NUOVO PRESIDENTE – Intanto, come detto, Anna Perotti è stata eletta nuovo presidente del consiglio comunale. Con 14 voti a favore ed uno solo contrario (andato proprio a Giovanni Santoro) Anna Perotti ha ricevuto l’investitura ufficiale, dopo aver ricoperto già l’incarico in qualità di “consigliere anziano” a seguito delle dimissioni dell’ex presidente Lorenzo Paparone dello scorso gennaio. Immediati gli auguri da parte del sindaco Capuozzo: «Ad una giovane e brillante donna che da consigliere ha dimostrato in questi mesi di lavoro una grande professionalità e dedizione. Sicura che svolgerà nel migliore dei modi anche il suo nuovo ruolo di presidente del consiglio, con la stessa passione e devozione le auguro un buon e proficuo lavoro. Tanti auguri Anna Perotti».