QUARTO – Nessuna volontà di rendere il più trasparente possibile l’iter per l’approvazione del Puc, il Piano urbanistico comunale. E’ quanto accusa parte dell’opposizione che durante l’ultimo consiglio comunale si è vista bocciare una mozione riguardante l’istituzione di una commissione ad hoc sullo stesso Puc, organo che avrebbe avuto al suo interno rappresentanti di tutti gruppi consiliari.

“ENNESIMA BOCCIATURA” – Così Rosa Capuozzo, della civica Coraggio Quarto: «Ancora un forte passo avanti verso la trasparenza da parte dell’amministrazione Sabino. Presentata dalle opposizioni al consiglio comunale odierno (giovedì 11 luglio, ndr) una mozione nella quale si chiedeva di istituire una commissione straordinaria, che sarebbe dovuta essere composta da tutte le forze politiche presenti in consiglio, sia di maggioranza che di opposizione, e che allo stesso tempo potesse seguire lo sviluppo e l’iter amministrativo del redigendo Puc. In questo modo, con la costituzione di questa commissione, ogni componente politica avrebbe potuto esprimere la propria idea, e pertanto dei cittadini che rappresentano, relativamente al ridisegnamento urbanistico della nostra città. Ennesima bocciatura di questa amministrazione ad una proposta democratica che dava la possibilità a tutti i cittadini di partecipare attivamente alla stesura del Puc con le proprie idee. Questa amministrazione non fa altro che decantare il cambiamento, mentre invece sono la rappresentanza esclusiva delle logiche lobbistiche territoriali. Avrebbero potuto dare un segnale forte, di vero cambiamento approvando la mozione, ed invece il cambiamento e la partecipazione di tutti non la vogliono, vogliono soltanto gestire e nascondere le loro reali idee di città, nelle segrete stanze senza mettere al corrente e coinvolgere, così come è stato per la dichiarazione di dissesto dell’ente, tutti i cittadini e le forze politiche. Speriamo che questo atteggiamento di arroganza e prepotenza, possa volgere al termine nel più breve tempo possibile, evitando così ulteriori disfatte e devastazioni per la nostra città».

I FIRMATARI – La mozione è stata presentata, oltre che dalla stessa Capuozzo, anche da Davide Secone, Filippo Celano, Giuseppina Rolli, Vincenzo Lucchese e Gabriele Di Criscio.